Warning: Declaration of YOOtheme\Theme\Wordpress\MenuWalker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /homepages/36/d507304688/htdocs/sc-partners/wp-content/themes/yootheme/vendor/yootheme/theme/platforms/wordpress/src/Wordpress/MenuWalker.php on line 8
  1. Operazioni in corso d’anno / infrannuali A seguito dell’approvazione  del Dl 119/2018 è stato riconosciuto il diritto di “anticipare” la detrazione dell’ IVA per le sole operazioni infrannuali  a condizione che la fattura emessa dal fornitore del bene e/o servizio sia stata ricevuta entro i 15 giorni del mese successivo.Esempio:
    • Operazione effettuata in novembre 2018,
    • Fattura emessa dal fornitore con data 30/11/2018 e ricevuta dal cliente in data 12/12/2018.

    La fattura può essere registrata ed inclusa nella liquidazione periodica del mese di novembre 2018 anticipando la detrazione dell’Iva rispetto al mese di possesso del documento.

  2. Operazioni effettuate nell’anno precedente / a cavallo di esercizio La possibilità di anticipare la detrazione è invece esclusa per le operazioni effettuate nell’anno precedente:; tipicamente per le operazione a cavallo d’esercizio:Esempio
    • Operazione effettuata in dicembre 2018
    • Fattura emessa dal fornitore con data fattura 30/12/2018 ricevuta il 12 gennaio 2019

     

    La fattura non può essere registrata nella liquidazione di dicembre 2018  ma solo a partire dalla liquidazione periodica di gennaio 2019.

Continua a leggere

Il reddito di lavoro autonomo e di lavoro dipendente, prodotto in Italia da lavoratori che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato ai sensi dell’articolo 2 del D.P.R. n.  917/ 1986, c.d. “lavoratori impatriati”, può beneficiare di una esenzione da tassazione Irpef e relative addizionali nella misura del 50% per il quadriennio 2017 -2020.

Continua a leggere

Con comunicato stampa di venerdì 17 febbraio 2017, l’Agenzia entrate ha comunicato il ripristino per l’anno d’imposta 2017 dell’obbligo di presentare i modelli INTRA-2 bis (sia per la parte fiscale sia per la parte statistica) per gli acquisti intracomunitari e INTRA-2 quater per le prestazioni di servizi ricevute da soggetti passivi UE.

Continua a leggere

La procedura

Come è noto l’articolo 20, D.Lgs. 175/2014 (Decreto Semplificazioni) ha riscritto la procedura attraverso la quale gli esportatori abituali possono beneficiare dell’acquisto di beni e servizi senza il pagamento dell’Iva (regime di non imponibilità Iva previsto dall’articolo 8, comma 1, lettera c), D.P.R. 633/1972). Con i provvedimenti direttoriali del 12 dicembre 2014 e 11 febbraio 2015 l’Agenzia delle entrate aveva quindi approvato e apportato correzioni al modello DI con il quale l’esportatore abituale (e non più il fornitore come avveniva nel precedente sistema) deve comunicare telematicamente i dati contenuti nelle lettere di intento.

Continua a leggere

L’Agenzia Entrate ho fornito con la circolare n. 1/E del 17/01/2018 indicazioni in merito alla disciplina del diritto alla detrazione iva ed ai relativi adempimenti contabili di annotazione sul registro degli acquisti, delle fatture e bollette doganali emesse dal 1 gennaio 2017, la cui esigibilità si è verificata nell’anno 2017, uniformandosi ai principi espressi dalla Corte di Giustizia Ue (causa C-152/02), che subordinano il diritto alla detrazione all’esistenza di un duplice requisito:

Continua a leggere

L’ Agenzia delle Entrate con provvedimento del 25.9.2017 n. 194409 ha introdotto alcune semplificazioni in materia di adempimenti INTRASTAT a partire dall’anno 2018 finalizzate ad evitare duplicazioni negli adempimenti comunicativi ed a ridurre le infor­mazioni fiscali / statistiche richieste ai contribuenti.

Continua a leggere

Irrilevanza fiscale per il professionista delle spese di viaggio e trasporto sostenute dal committente

Il comma 5, articolo 7-quater, D.L. 193/2016 interviene sulla disciplina dei redditi di lavoro autonomo.
Con la modifica dell’articolo 54, comma 5, Tuir, a decorrere dal periodo d’imposta 2017, è previsto che, oltre alle spese per prestazioni alberghiere e somministrazioni di alimenti e bevande, anche quelle per prestazioni di viaggio e di trasporto, sostenute direttamente dal committente, non costituiscano compensi in natura per il lavoratore autonomo che ne usufruisce.

Continua a leggere

Via Alessandro Volta, 60 - 20090 Cusago | email: info@sc-partners.it | tel: 02 94757719

Privacy Policy